Giovedì, 08 Ottobre 2015 18:58

L'Aquila tra le 10 città universitarie più amate, se passasse qualche bus in più...

di 
Balli a piazza Regina Margherita Balli a piazza Regina Margherita repertorio

L'Aquila tra le dieci città universitarie d'Italia che gli studenti "non dimenticano". E' quanto emerso da un articolo del visitatissimo sito di viaggi e turismo skyscanner.it, che nella sua sezione dedicata alle notizie classifica le città universitarie più amate da studenti e ed ex studenti del Bel Paese.

Come abbiamo già fatto per le classifiche relative alla qualità degli atenei italiani, sottolineiamo anche questa volta che le graduatorie lasciano il tempo che trovano. Ancor più in questo caso, non trattandosi di una ricerca statistica e non essendo di fronte a parametri numerici, scientifici o accademici.

Però tant'è: spesso sentiamo discorsi nostalgici su L'Aquila, provenienti da persone originarie di fuori città, che vivono fuori città, ma che hanno trascorso "gli anni migliori della vita" nel capoluogo abruzzese. Magari, le stesse persone che, quando vivevano all'Aquila, si lamentavano della propria quotidianità.

Veniamo dunque a scoprire da skyscanner.it che L'Aquila è in ottima compagnia, con le maggiori città italiane: Parma, Perugia, Roma, Padova, Bologna, Napoli, Torino, Pavia e Venezia.

"Nel cuore dell'Abruzzo - si legge - ai piedi del Gran Sasso, L'Aquila ha sempre attratto un gran numero di studenti: una città storica, culturalmente viva e attiva ma lontana dai clamori e dalle grandi e caotiche metropoli, con numerosi dipartimenti sparsi per la città e belle biblioteche". Una delle dieci città "particolarmente amate e che restano nel cuore di tutti quegli studenti che, tra le mura dei dipartimenti, o tra i vicoli e le piazze cittadine, le hanno vissute intensamente".

Certo, il mantra dello "studente che non la dimentica più" all'Aquila potrebbe essere utilizzato anche per i disservizi, tanti, che gli studenti soffrono quotidianamente, o per le distanze chilometriche, visto il disordine urbanistico dovuto all'espansione territoriale della città nel post-terremoto.

Però, è giusto anche pensare che L'Aquila non venga dimenticata per le sue animate serate, da sempre punto di forza del tessuto universitario che vive la città: "Ci si immerge nello studio aspettando il giovedì universitario - scrive la redazione di skyscanner.it - serata interamente dedicata agli studenti: mai rinunciarci, neanche per il più difficile degli esami! Nei giorni di riposo dallo studio non c'è che l'imbarazzo della scelta: visita alla Basilica di Collemaggio, al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga o alla Fontana delle 99 Cannelle? L'Aquila non delude, sebbene le ferite del sisma l'abbiano, purtroppo, irrimediabilmente segnata. Fateci un pensierino".

Insomma, a prescindere dall'offerta universitaria - in questo caso parliamo della vita degli studenti fuori le aule - quello sul noto portale di booking è un bello spot per una città che, oggi più che mai, e grazie anche alle reazioni della comunità dopo il sisma del 2009, vive una fase di eventi piccoli e grandi, di dinamismo culturale e di vita al di sopra delle aspettative e di molte altre città della stessa grandezza. Se solo passasse qualche autobus in più...

Ultima modifica il Venerdì, 09 Ottobre 2015 10:11

Articoli correlati (da tag)

Chiudi