Venerdì, 14 Novembre 2014 13:20

Un autunno alcolico e animalista

di 
Vota questo articolo
(0 Voti)

La tardiva stagione è arrivata e mi sembra opportuno, a questo punto, calarci nel vivo del nostro interesse.

Eccoci dunque ad elencare quello che nei prossimi mesi non deve assolutamente mancare nei vostri armadi. L’azienda leader del colore di cui abbiamo parlato in queste pagine, Pantone, si era già pronunciata nelle fashion weeks di febbraio decretando come colore dell’autunno il sangria (borgogna, bordeaux vinaccia, come preferite insomma…) e le case cosmetiche e di moda, ça va sans dire, lo propongono in ogni salsa con mio immenso gaudio perché adoro questo colore nelle sue varianti.

Insomma, se non possedete almeno un capo o un accessorio di questo colore non siete nessuno, fatevene una ragione o provvedete immediatamente e Pantone e San Martino saranno contenti!! Di certo non è una novità trovare queste tonalità nelle stagioni autunnali ma quest’anno l’atmosfera è particolarmente riscaldata anche da colori “boscosi”: senape, cammello e verde bosco (appunto). Central Park in autunno, ecco a cosa dovreste pensare… Abbastanza evocativo e stiloso come riferimento??

Come si sa, tutto torna e la moda ricicla e reinventa ogni tessuto, colore e stile. Nato nella prima metà dello scorso secolo il neoprene è il nuovo alleato delle fashion victim di tutto il mondo. In origine immesso nel mercato per scopi tutt’altro che modaioli, già scoperto dalle grandi case di moda e oggi abbondantemente sdoganato dai brand di medio e basso costo, questo tessuto di gomma sintetica resistente, isolante e ignifugo (ma io fossi in voi non starei a fare il piccolo chimico con i vestiti…) dà corpo a gonne, pantaloni, giacche e accessori che ben si accostano ai classici tessuti di stagione. Se non avete ben chiaro di cosa si sta parlando pensate alle mute da sub e avrete subito dissipato ogni incertezza, e dimenticate le aderenze in favore di linee decisamente più morbide e aggraziate.

Per quelle davvero convinte e che sanno il fatto loro, spopola l’ecopelle: di per sé non sarebbe una grande novità ma ciò che convincerebbe anche una qualunque Shirley Temple dei giorni nostri sono i leggings o pantaloni super skinny in ecopelle nera! Protagonisti di grandi vituperi e di grandi balzi di classe questi figli dei fuseaux anni ’90, nipoti di quelli indossati dalla Hepburn negli anni ’70, si rivolgono in questa veste ad una cerchia piuttosto ristretta di pubblico perché se non godete di arti inferiori che rasentano la perfezione questo must A-I 2013/14 non fa per voi.

Come se la prova costume non ci angosciasse tutti abbastanza, dobbiamo iniziare ad avere di questi problemi anche quando pensavamo di potere rilassarci e godere dei profumi dei pandori che già bussano ai nostri stomaci!! In sostanza, oltre allo spirito bisogna averci anche il fisico, conditi con gusto, e sebbene questa combinazione di elementi non sia così banale, ogni negozio ne sfoggia almeno un paio. Altro revival anni ’90 sono le pellicce, in particolar modo i gilet, perché no, messi proprio sopra un paio di pantaloni in ecopelle, neri e aderentissimi. Gli animalisti e i vostri portafogli suggeriscono di ricorrere al sintetico, io suggerirei di soprassedere in toto, ma se proprio non riuscite a non seguire il trend costi quel costi, allora nient’altro che sintetico. E tanto, tanto garbo.

La ratatouille autunnale è appena stata servita, approfittate dei mid season sale che, complice la crisi, finalmente sono arrivati anche da noi e gustatela anche voi!!

Letto 10532 volte Ultima modifica il Venerdì, 14 Novembre 2014 13:29
Chiudi